CoVid-19: DPCM 2 marzo 2021


Il Presidente Mario Draghi ha firmato il 2 marzo 2021 il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da COVID-19.

 

Da sabato 6 marzo 2021 a martedì 6 aprile 2021

 

• A prescindere dal colore, è vietato uscire dalla propria regione, salvo per motivi comprovati di salute e lavoro. Sempre possibile rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione.
• Se si ha infezione respiratoria con febbre superiore ai 37,5 non si può lasciare il proprio domicilio.
• Le pubbliche amministrazioni e i datori di lavoro privati devono assicurare le percentuali più elevate di lavoro agile, garantendo i servizi necessari, e dispongono differenziazione di orario di ingresso e uscita.
 

In zona rossa

 
SCUOLA

Dal 6 marzo, si prevede nelle zone rosse la sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

SERVIZI ALLA PERSONA

Chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici.

 

In zona arancione o gialla

 

SPOSTAMENTI
  • Spostamenti solo dalle 5 - 22, verso una sola abitazione privata, una sola volta al giorno, al max 2 conviventi (oltre agli under 14 di cui si ha responsabilità, persone con disabilità o non autosufficienti)
     
  • Manifestazioni pubbliche solo in forma statica e con le distanze di sicurezza
     
  • Possibile accesso parchi e giardini ma senza assembramento e con distanza di sicurezza, i minori anche accompagnati possono giocare nelle aree gioco
     
  • Raccomandato non ricevere ospiti a casa, salvo per esigenze lavorative o situazioni di necessità
     
  • Vietato agli accompagnatori dei pazienti rimanere nelle sale di attesa dei luoghi sanitari fatta eccezione agli accompagnatori di pazienti con disabilità
     
  • L’accesso ai parenti degli ospiti nelle RSA e hospice solo se autorizzati dalla direzione sanitaria

 

SCUOLA

I Presidenti delle regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica:
    1.    nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti;
    2.    nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni;
    3.    nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.

  • Da 50 a 75% degli studenti in presenza per le scuole superiori, il restante in DAD. Laboratori in presenza, Infanzia, elementari e medie in presenza
     
  • Le riunioni scolastiche (collegi, assemblee ecc.) solo a distanza
     
  • Vietati viaggi di istruzione
     
  • Università si organizzano DAD o lezioni dal vivo in accordo con le regioni

LUOGHI DI CULTO
  • Sono aperti fatto salve misure di sicurezza e distanziamenti
     
EVENTI, CERIMONIE, FESTE
  • Sospesi convegni, eventi e congressi, ad eccezione a quelli in modalità a distanza
     
  • Cerimonie pubbliche solo nel rispetto protocolli
     
  • Vietate tutte le feste all’aperto e al chiuso, anche quelle  delle cerimonie civili e religiose
     
TEMPO LIBERO
  • Vietate attività centri culturali e ricreativi, nelle sale da ballo, discoteche, all’aperto e al chiuso
     
  • Musei, mostre ecc., aperti dal lunedì al venerdì ad eccetto per quelli con + 100.000 visitatori anno che possono tenere aperto fatto salvi distanziamenti di 1 metro
    Dal 27/3/21 il sabato e festivi, servizi assicurativi solo con prenotazioni effettuate 1 giorno in anticipo
     
  • Cinema, teatri, concerti sono sospesi.
    Dal 27/3/21 potranno aprire con i soli posti a sedere preassegnati e distanziati anche se con capienza del solo 25% di quella max consentita e con un max di 400 spettatori per spettacoli all’aperto e 200 in luoghi chiusi, per sala.
     
  • Sempre chiuse le sale gioco

 

SPORT
  • Possibile attività sportiva o motoria all’aperto, anche nei parchi, nel rispetto delle distanze di sicurezza di 2 mt per le attività sportive, e di 1 mt per le altre attività, fatto salva necessità accompagnamento disabili e minori
     
  • Chiuse palestre, piscine, centri termali e benessere. Consentite attività motoria per la riabilitazione e all’aperto presso centri sportivi. Sempre vietato uso spogliatoi  
     
  • Sport di contatto vietati, sospesa attività sportiva di base, le scuole e attività formativa agli sport di contatto, le gare e competizioni sport di contatto anche per eventi ludici-amatoriale
     
  • Consentiti eventi e competizioni, agonistiche e riconosciuti dal CONI e CIP (individuali, di squadra)
    Possibili allenamenti degli sport individuali e di squadra solo con tessera agonistica, anche a porte chiuse

 

ATTIVITA' COMMERCIALI
 
  • Possibili mantenendo distanze con ingressi dilazionati
     
  • Nelle giornate festive e prefestive chiusi i centri commerciali
     
  • Ristoranti, bar, gelaterie aperti dalle 05.00 - 18.00.
    Dopo le 18.00 vietato consumo di cibo e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Sempre consentita consegna domicilio
    Codice Ateco 56.3  possono effettuare asporto solo fino alle ore 18.00

 

Misure valide in Lombardia