CoVid-19: Ordinanza 29 novembre 2020


Il ministro della Salute Roberto Speranza il 27 novembre 2020 ha firmato due nuove Ordinanze volte a contrastare la diffusione del nuovo coronavirus.
 

1. La prima Ordinanza dispone il passaggio nell’area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte e nell’area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia. Il provvedimento entrerà in vigore il 29 novembre fino al 3 dicembre 2020.

2. La seconda Ordinanza rinnova le misure restrittive vigenti disposte con il provvedimento del 13 novembre scorso per le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche, che restano in zona arancione, e per le Regioni Campania e Toscana, che restano in zona rossa.
 

Da domenica 29 novembre a giovedì 3 dicembre 2020

la Lombardia diventa zona arancione


È sempre raccomandato massimo rispetto delle prescrizioni di igiene, distanziamento e utilizzo delle mascherine.


SPOSTAMENTI
  • Sono vietati gli spostamenti in entrata e in uscita dal territorio regionale, con eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È altresì consentito il transito sul territorio regionale se necessario a raggiungere territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti.
  • È vietato ogni spostamento – con mezzi di trasporto pubblici o privati – in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.
  • Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza, nei casi in cui è prevista.
  • Resta sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
  • All’interno del proprio comune è consentito spostarsi dalle ore 5 alle ore 22 senza dover motivare lo spostamento.
  • Dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.
  • Per giustificare gli spostamenti verso altre regioni o comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione, così come per gli spostamenti notturni, sarà necessario esibire una autodichiarazione (modulo allegato).
     
TRSPORTO PUBBLICO
  • A bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, anche non di linea, la capienza è limitata ad un massimo del 50% del totale.
  • Il limite non si applica per il trasporto scolastico dedicato.

SCUOLA
  • Tornano a fare lezione in presenza anche gli studenti delle seconde e terze medie.
  • Per tutti gli studenti delle scuole superiori le lezioni continuano a svolgersi tramite didattica a distanza.
  • Per i corsi di formazione pubblici e privati resta confermata la possibilità di svolgimento esclusivamente in modalità a distanza.

NEGOZI: APERTURE
  • Aprono tutti i negozi al dettaglio compresi i centri estetici e i centri commerciali (che però rimangono chiusi nei giorni festivi e prefestivi).
  • Bar, ristoranti, pub, pasticcerie e gelaterie restano chiusi, a loro è consentito il servizio da asporto (fino alle 22) e la consegna a domicilio. Permane, di conseguenza, anche il divieto di consumare cibo e bevande nelle adiacenze dei locali.
MERCATI
  • Svolgimento regolare dei mercati anche non alimentari.

SPORT
  • È consentito svolgere attività sportiva di base nei centri sportivi all’aperto nel proprio Comune o, se assenti, in un Comune diverso, oltre agli allenamenti individuali all’aperto degli sport di contatto.
  • Restano chiuse palestre e piscine.
     
LUOGHI DI CULTO E CERIMONIE
  • Viene garantito l'accesso ai luoghi di culto, che deve però avvenire con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgeranno nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni.

ATTIVITA' CULTURALI
  • Restano chiusi i musei e le mostre.
  • Come già deciso nel precedente Dpcm, restano infine chiuse teatri e cinema.

 

EVENTI
  • Sono sospesi convegni, congressi e altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.
  • Sono inoltre vietate sagre, fiere di qualunque genere ed altri eventi analoghi.

 

TEMPO LIBERO
  • Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, comprese quelle conseguenti a cerimonie civili e religiose.
  • È confermata la chiusura di sale da ballo, discoteche o locali simili, sia all'aperto che al chiuso.
  • Restano sospese anche le attività dei parchi tematici e di divertimento.

 


ALTRE ATTIVITA' SOSPESE
  • Sempre sospese le attività delle sale da gioco, delle sale scommesse, dei bingo e slot machine.

     

Ulteriori informazioni:

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=237

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/coronavirus/misure

ALLEGATI