Conferimento onoranza al Famedio di Gorgonzola 2019


Don Francesco Ciceri, Walter Guzzi e Alessandra Pozzi. Questi i nomi dei cittadini benemeriti e illustri che verranno iscritti nelle lapidi commemorative dedicate al famedio nel piazzale delle cerimonie del cimitero storico di Gorgonzola

 

sabato 30 novembre 2019 alle ore 10.30


La Commissione consultiva comunale, facendosi interprete dei desideri e dei sentimenti della cittadinanza, ha scelto loro, tra le numerose candidature presentate entro lo scorso 18 novembre da parte di cittadini, enti, associazioni e pubblici amministratori, quali cittadini che, operando in Gorgonzola, hanno saputo spendersi in modo significativo per la crescita civile e sociale della città, aumentandone il prestigio con disinteressata dedizione.

Queste le motivazioni riportate nei certificati di onoranza alla memoria della Città di Gorgonzola per il 2019:

Don Francesco Ciceri

Sacerdote a Gorgonzola per 15 anni caratterizzati da intensa attività pastorale e sociale come coadiutore dell’Oratorio San Luigi. Contribuisce in maniera determinante a formare alla fede adulta diverse generazioni di gorgonzolesi. La sua fede profonda, unita al desiderio di dare corso alle aperture al mondo moderno avviate dal Concilio Vaticano II lo portarono nel 1972 a fondare il settimanale Radar, nel 1973 ad avviare l’attività teatrale, nel 1974 ad aprire il Centro studi “Don Mazzolari”, nel 1979 a dare vita alla Cooperativa Paolo VI per la gestione e la redazione di Radar e alla creazione della Polisportiva Argentia.


Walter Guzzi

Dotato di grande cultura sportiva, fondatore e presidente di una delle più attive società di ciclismo amatoriale gorgonzolese, appassionato di sci e facilitatore di servizi per permettere a molti suoi concittadini di praticarlo, uomo di forti relazioni amicali, ha saputo trasmettere i valori dello sport e della pratica sportiva a molti gorgonzolesi, con un’attenzione particolare ai più giovani.


Alessandra Pozzi

Per più di trent’anni si è prodigata al servizio dei più deboli prestando servizio di volontariato presso il Patronato ACLI di Gorgonzola con dedizione, competenza e sensibilità.
Il suo operato viene ancora oggi riconosciuto e apprezzato da chi ha potuto usufruire del suo aiuto.

 

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare alla cerimonia per dimostrare la propria riconoscenza e rendere omaggio, con la presenza, a queste figure che la Città vuole ricordare e avere a modello.
 

ALLEGATI