Verso un Patto per la Scuola a Gorgonzola


Approvato dalla maggioranza il Piano Integrato dell’Offerta Formativa 2019-2020 da 2.034.820,26 € presentato in Consiglio comunale lunedì 7 ottobre, a meno di un mese dall’avvio dell’anno scolastico per i 4463 studenti gorgonzolesi.

«Al di là del grosso impegno economico di supporto all’attività scolastica e all’attuazione del diritto allo studio, – ha spiegato Ilaria Scaccabarozzi, vicesindaco e assessore all’istruzione – Gorgonzola ha una tradizione di sostegno alla Scuola che prescinde dal colore politico dell’Amministrazione. Questo è il primo PIOF frutto di un anno di lavoro del Tavolo Scuola che ha visto Amministrazione comunale e Dirigenti scolastiche lavorare insieme per un’offerta educativo-formativa che punti alla qualità e all’innovazione e che viene reso operativo i primi di ottobre a beneficio di insegnanti e studenti».

Per DVA e disagio il numero dei minori certificati è in costante aumento con una percentuale di crescita del 47,8%  da settembre 2014 a giugno 2019 «anche grazie a una maggiore sensibilità di famiglie e mondo della scuola – ha sottolineato Scaccabarozzi – che punta sempre più alla diagnosi precoce».

«A fronte di un investimento economico complessivo di 319.003,43 € a sostegno della disabilità, l’impegno della Giunta – ha spiegato Nicola Basile, assessore alle politiche per la famiglia e la persona – è stato quello di rimodulare gli interventi educativi utilizzando gli educatori professionali comunali anche per attività laboratoriali specifiche in piccolo gruppo, che risultano più efficaci nel concretizzare l’inclusione scolastica».

La novità più rilevante del PIOF 2019-2020 è la suddivisione dei progetti per aree tematiche: educazione alimentare, attività motorie e sportive, educazione ambientale, cittadinanza e costituzione, educazione alle differenze e arte e cultura. «Questa nuova impostazione – ha spiegato Scaccabarozzi – rende il documento di più facile lettura, prevedendo concretamente una ricaduta dei lavori dei ragazzi sulla città così che i più giovani siano da stimolo alla vita della comunità».

«Credo sia tempo di cambiare passo, di fare di più rispetto a quello che viene chiesto a un’Amministrazione comunale – ha detto nel suo intervento conclusivo il sindaco Angelo Stucchi.Credo che sia il tempo di elaborare e sottoscrivere con gli Istituti comprensivi, con le Scuole Secondarie di secondo grado e con le Scuole Paritarie del nostro territorio un Patto per la Scuola. Un documento che, nel rispetto della propria autonomia e in un’ottica di condivisione e corresponsabilità, permetta di qualificare le istituzioni scolastiche e contribuire allo sviluppo del territorio, ma anche un segnale forte di unità fra istituzioni che hanno ugualmente a cuore le sorti del sistema pubblico di istruzione».

 

In allegato il comunicato stampa integrale.

ALLEGATI