Le priorità per via Dante


Dopo aver incontrato i residenti di via Mattei, del Comparto C6 e quelli di via Marconi e via don Cazzaniga, lunedì 16 settembre la Giunta ha incontrato gli abitanti di via Dante.

In Sala consiliare gli amministratori si sono messi in ascolto per raccogliere segnalazioni ed esigenze di chi vive nella via volendo sottoporle all’attenzione dell’ente comunale. Polizia locale, ufficio tecnico, assessori e consiglieri hanno avuto uno spazio di confronto con i cittadini per impostare un lavoro che, a partire dalla singola via, si inserisca in un progetto complessivo di città con l’obiettivo di una Gorgonzola più vivibile.

«Ascoltando i cittadini che sono già entrati in contatto con gli uffici comunali – ha spiegato nella sua introduzione il sindaco Angelo Stucchi – ci siamo fatti un’idea delle problematiche legate alla viabilità di via Dante. Ora per noi è importante che anche voi come cittadini vi ascoltiate e che in questo dialogo emergano le priorità degli interventi; alcuni problemi potranno essere risolti velocemente, altri invece avranno bisogno di tempi tecnici attuativi e risorse economiche».

Via Dante non è una strada lineare e con i suoi 7,10 m ha una carreggiata stretta limitata ulteriormente da diversi punti di curvatura e dalla presenza di parcheggi su entrambi i lati per poter garantire la sosta in un contesto abitativo denso di palazzine costruite per lo più senza garage o posti auto interni.

Unanime la segnalazione del problema relativo alla velocità con la quale si immettono i veicoli provenienti da via Verdi: diventa pericoloso scendere sul lato strada da un’auto parcheggiata e trovare incolumi i veicoli in sosta perché un’elevata velocità e le curvature li fanno pericolosamente rientrare nella traiettoria percorsa dalle auto in transito.

Ad aggravare la situazione alcuni residenti o fornitori con furgoni che non utilizzano correttamente gli stalli parcheggiando in divieto di sosta, ostruendo passi carrabili o occupando in parte la carreggiata. L’andamento non lineare e i parcheggi, corretti e non, ostacolano inoltre la visuale per attraversamenti pedonali in sicurezza.

Il lunedì, giorno di mercato, la via è sottoposta a un maggiore traffico veicolare, anche da parte degli autobus di linea; questa situazione, ha però spiegato l’Amministrazione, verrà risolta con l’apertura della rotonda tra via Piacenza e via Trieste, prevista per fine ottobre, che devierà il traffico di mezzi pesanti lungo via Sondrio e via Boito.

«Via Dante – ha spiegato Nadia Castelli, assessore alla mobilità e viabilità – può diventare l’occasione per sperimentare una viabilità alternativa a transito lento con una zona a 30 km/h in grado di garantire una maggiore sicurezza sia all’utenza debole (disabili e pedoni) sia all’utenza veicolare a fronte di interventi dai costi contenuti. Vista la densità abitativa gli strumenti urbanistici tenderanno a diminuire il meno possibile i posti auto ma ci permetteranno di rivedere i parcheggi in funzione degli attraversamenti pedonali per renderli maggiormente visibili».

«Nell’incontro di stasera – ha concluso il primo cittadino – abbiamo fatto una piccola esperienza di partecipazione vedendo che Gorgonzola vuole adottare provvedimenti che permettano di guadagnare in sicurezza ovunque ci si muove in Martesana. Vi ringraziamo di essere intervenuti e vi daremo nuovamente appuntamento qui per sottoporvi le proposte nate a seguito di questo confronto».