Giornata Internazionale della donna 2019


L’8 marzo è la giornata internazionale donna. La data individuata sia per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne sia le discriminazioni e le violenze di cui sono state e sono ancora oggetto in tutte le parti del mondo, rappresenta l’occasione per fare un bilancio di quanto conseguito in termini di pari opportunità, di diritti acquisiti e di obiettivi raggiunti, nel mondo del lavoro come nella società.

Ma ad oggi, purtroppo, non c’è un solo Paese al mondo nel quale le donne possono dire di godere degli stessi diritti e delle stesse opportunità degli uomini. Anzi, al persistere di forme di discriminazioni croniche e universali si aggiungono fenomeni nuovi.
Paradossalmente, da quando le statistiche hanno registrato il “sorpasso” delle donne sul piano dell’istruzione e dell’alta formazione, la violenza contro le donne è aumentata, contagiando classi sociali prima immuni e azzerando le differenze tra nord e sud, tra giovani e adulti.

Le donne continuano ad essere vittime di violenza, spesso tra le mura domestiche e all’interno di legami familiari. Tanto che la violenza subita è tra le prime cause di mortalità e disabilità tra le donne.
L’ampiezza del fenomeno spinge a interrogarsi sulle sue origini e sui suoi presupposti culturali al fine di realizzare e progettare politiche e interventi volti a sensibilizzare e quindi a prevenire questo problema.
Un’assunzione di responsabilità attiva rispetto a questi fenomeni che ci ha portato a investire non in un solo giorno ma in un tempo, “il tempo delle donne” proponendo una serie di eventi legati alla salute, alla poesia e altro per dare nuove chiavi di lettura prima di tutto alle stesse donne di comprensione, di scoperta e riscoperta della femminilità e che sia anche un tempo di incontro, condivisione e consapevolezza.

Crediamo cosi, partendo da uno sguardo dolce ma consapevole, di accrescere e diffondere una cultura del rispetto e della condivisione, in grado di contrastare efficacemente anche il fenomeno della violenza contro le donne.
Crediamo e operiamo per le relazioni buone in questa città, perché la qualità delle relazioni è il presupposto necessario al benessere dei singoli, perché le relazioni tra i generi sono migliorabili solo se entrambi i generi si rendono parte attiva del cambiamento ed è condizione necessaria per ogni forma di coesione, integrazione e sviluppo.
 
AUGURI A TUTTE LE DONNE
 

Angelo Stucchi
Sindaco della Città di Gorgonzola