Il ringraziamento della Città a Fabio Maroldi


Caro Fabio,

nel giorno in cui metti la tua vita a disposizione della Chiesa, la Città di Gorgonzola, di cui sei figlio, vuole essere al tuo fianco, vuole essere vicina a chi sceglie di non essere servito ma di servire.

Conosciamo il tuo desiderio di ampliare quanto più è possibile gli spazi della carità verso i vicini e i lontani, i credenti e i non credenti e soprattutto verso i giovani.

Gesù sceglie degli uomini, come segno di predilezione verso di loro, li distingue dagli altri per essere a servizio della Sua Chiesa. Così è accaduto quando il Vescovo, nella Chiesa cattedrale con l’imposizione delle sue mani e invocando lo Spirito Santo, ha reso definitiva la tua relazione con Gesù, conferendoti il dono di essere ministro ordinato della Parola, dell'altare, della carità, rendendoti ancora  più vicino all'amore di Gesù per la Sua Chiesa.

Questa tua docilità allo Spirito Santo, questa sapienza della Chiesa Ambrosiana che accoglie e consacra il tuo desiderio di imitare Gesù, svelandone il volto nel tuo lavoro quotidiano e di offrirlo nella gratuità, mal si concilia con questo tempo, il tempo dell’assolutizzazione dei diritti individuali.
Tutti oggi rivendicano diritti, mentre tu prometti di impegnarti a servire chi ti verrà affidato.
Un logica eversiva, generosa e controcorrente la tua.  

Si fa fatica a capire questo stile del darsi tutto a tutti, del condividere la vita degli altri per accompagnarli e farli crescere, di essere servitori per scoprirne e sentire la bellezza di un Dio che ama tutti gli uomini. Sai, molti di noi temono di dedicare la vita intera al servizio di chi gli viene affidato, si cerca molto più spesso di ridurlo a un frammento del proprio tempo e del proprio agire.

Questa tua ordinazione ci dice altro: ci dice che il servizio non è solo questione di generosità ma è sguardo attento e premuroso; che la generosità da sola non è ancora il servizio, non lo è neppure lo slancio di un momento, anche se sincero. Il servizio non si improvvisa ma si costruisce: richiede competenza e una solida attrezzatura morale.

Chiediamo, Fabio, nella fragilità della nostra umanità, di avere altrettanto coraggio come hai fatto tu nel mettere tutta la nostra vita al servizio del bene di tutti.

Grazie Fabio perché hai risposto alla chiamata del Signore, grazie a tutti coloro che ti hanno accompagnato in questo tuo cammino, grazie a questa città che ti ha cresciuto e ti vuole bene, grazie alla Chiesa di Gorgonzola che ti ha generato in questo ministero.
Con affetto

Il Sindaco di Gorgonzola
Angelo Stucchi



Gorgonzola, 10 novembre 2018