Il dono della Città ai nuovi sacerdoti


Al termine della Solenne celebrazione di ingresso di don Paolo Zago, don Carlo Seno e don Peppino Barlocco, il sindaco Angelo Stucchi a nome della Città di Gorgonzola ha consegnato un ramo di quercia e uno di alloro legati con il tricolore a simbolo del dono delle due piante che sono presenti nello stemma cittadini. Queste le parole del primo cittadino che hanno accompagnato il gesto di consegna:

«Nello stemma del nostro comune, ai lati dello scudo dove è rappresentata una torre rossa sorretta da due leoni rampanti vi sono due rami legati da un nastro tricolore: una fronda di quercia simbolo della longevità e della forza e una fronda dall’alloro, simbolo dell’onore e del trionfo.
Entrambi sono espressione del nostro patrimonio arboreo e si trovano in molti nostri giardini.

Nel giorno del vostro inizio di mandato pastorale la città di Gorgonzola vi dona queste due piante, qui simbolicamente rappresentate da queste due rami, da collocare in un luogo che sceglierete.

Longevità e forza, onore e trionfo oggi devono trovare declinazioni nuove rispetto al passato, come per queste piante che hanno bisogno di mani sapienti per crescere forti e robuste, che devono essere curate e protette per poter dare i loro frutti, piante che insieme pianteremo nella terra buona e feconda di questa città.

Caro don Paolo, don Carlo e don Peppino con animo colmo di speranza, insieme agli  altri sacerdoti della Comunità pastorale Madonna dell’aiuto percorriamo le strade di questa città, senza escludere alcuno per farci vicini e farci prossimo…
e grazie alla Chiesa Ambrosiana di questo inaspettato dono che ci ha fatto».

 

Angelo Stucchi
Sindaco della Città di Gorgonzola

22 settembre 2018