Quali sono le norme per i proprietari dei cani?


Quali gli obblighi in vigore sul territorio comunale
per portare a spasso gli amici a quattrozampe?

 


Secondo quanto prevede l’attuale Ordinanza Ministeriale del 25 giugno 2018 (Proroga dell'ordinanza 6 agosto 2013, e successive modificazioni, concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani – GU Serie Generale n.198 del 27-08-2018) in vigore a Gorgonzola:

Responsabilità

Il proprietario di un cane è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell'animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, animali o cose provocati dall'animale stesso.
Chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà ne assume la responsabilità per il relativo periodo.
 

Obbligo di guinzaglio e museruola al bisogno

Ai fini della prevenzione di danni o lesioni a persone, animali o cose il proprietario e il detentore di un cane adottano le seguenti misure:

  • utilizzare sempre il guinzaglio a una misura non superiore a mt 1,50 durante la conduzione dell'animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dai comuni;
  • portare con sé una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l'incolumità di persone o animali o su richiesta delle autorità competenti;
  • affidare il cane a persone in grado di gestirlo correttamente;
  • acquisire un cane assumendo informazioni sulle sue caratteristiche fisiche ed etologiche nonché sulle norme in vigore;
  • assicurarsi che il cane abbia un comportamento adeguato alle specifiche esigenze di convivenza con persone e animali rispetto al contesto in cui vive.
     
Raccolta delle deiezioni canine

In base all´art. 60 del Regolamento di Polizia Municipale e dell´art.27 del Regolamento Comunale per la tutela dei diritti degli animali è obbligatoria la raccolta delle deiezioni canine su tutto il territorio del comunale (aree verdi e aree destinate ai cani incluse).
Pertanto Il proprietario o il detentore del cane circolando nei luoghi pubblici o in qualunque luogo all´aperto (strade, ­ parchi, ­ aree a verde, ecc.) dovrà essere munito dell´apposito raccoglitore degli escrementi o potrà utilizzare i sacchetti-paletta messi a disposizione dal Comune prelevabili gratuitamente dai vari distributori dislocati sul territorio comunale.
Le deiezioni raccolte con il sacchetto-paletta, dovranno essere smaltite con la frazione secca o nei cestini per la raccolta dei rifiuti presenti sul territorio comunale.
 

Percorsi formativi

Sono istituiti percorsi formativi per i proprietari di cani, in conformità al decreto ministeriale 26 novembre 2009, con rilascio di un attestato di partecipazione denominato patentino. Tali percorsi sono organizzati dai comuni congiuntamente ai servizi veterinari delle aziende sanitarie locali, i quali possono avvalersi della collaborazione di ordini professionali dei medici veterinari, facoltà di medicina veterinaria, associazioni veterinarie e associazioni di protezione animale.

Il medico veterinario libero professionista informa i proprietari di cani in merito alla disponibilità di percorsi formativi e, nell'interesse della salute pubblica, segnala ai servizi veterinari dell'azienda sanitaria locale la presenza, tra i suoi assistiti, di cani che richiedono una valutazione comportamentale in quanto impegnativi per la corretta gestione ai fini della tutela dell'incolumità pubblica.

A seguito di episodi di morsicatura, di aggressione o sulla base di altri criteri di rischio i comuni, su indicazione dei servizi veterinari, decidono, nell'ambito del loro compito di tutela dell'incolumità pubblica, quali proprietari di cani hanno l'obbligo di svolgere i percorsi formativi. Le spese per i percorsi formativi sono a carico del proprietario del cane.
 

Aree sgambamento cani
  • in via Frescobaldi (zona est)
  • in via Mattei/via Moro (zona ovest)
  • tra via Matteotti e largo Donatori del sangue, vicino alla MM2 Gorgonzola  (sulla direttrice est-ovest)

Si tratta di terreni di proprietà comunale protetti e recitanti, sufficientemente distanti dai contesti abitativi, destinati a verde pubblico e allestiti a misura degli amici a quattro zampe con panchine, cestini dei rifiuti e fontanelle d´acqua potabile per rispondere all´esigenza di movimento, e quindi di salute, degli animali.

Il decalogo stilato da Regione Lombardia, Dipartimento Veterinario ASL Milano e dall'Ordine dei Medici Veterinari del territorio milanese ricorda che bisogna:

  1. Raccogliere le feci e gettarle negli appositi contenitori
  2. Introdurre nelle aree cani solo cani microchippati, registrati e con medaglietta (numero di telefono/cellulare del proprietario)
  3. Si consiglia di introdurre solo cani vaccinati e trattati contro parassiti interni ed esterni
  4. Evitare di introdurre nelle aree cani in calore
  5. Non introdurre cani aggressivi
  6. Non introdurre animali malati o convalescenti
  7. Entrare e uscire dalle aree cani con l'animale al guinzaglio e la museruola a disposizione
  8. I cani devono essere sempre sotto il controllo del proprietario (che deve stare all'interno dell'area insieme all'animale)
  9. Anche i bambini, nelle aree cani, devono sempre essere sotto la supervisione di un adulto
  10. Evitare che il cane abbai in modo prolungato e ripetitivo

Per saperne di più

Ufficio Diritti Animali (UDA)


Tutte le domande di pubblica utilità che il cittadino vorrà proporre all'Amministrazione potranno essere inviate all'indirizzo di posta

newsletter@comune.gorgonzola.mi.it

Alcune tra le domande più interessanti e proattive, a discrezione dell'Amministrazione da settembre 2018, saranno pubblicate nella sezione news dell'home page del sito istituzionale comunale.

Qualora il Cittadino desiderasse veder pubblicata nell'articolo anche la propria firma deve esplicitamente autorizzarne la volontà nel testo della domanda.

ALLEGATI