30 anni di gemellaggio Ambert - Annweiler am Trifels


Una delegazione della Città di Gorgonzola, con il Vicesindaco Alberto Leoni, il Presidente del Consiglio Osvaldo Vallese e l’assessore Ersilia Barraco, si è recata ad Ambert, nella regione francese dell’Alvernia, in occasione di un anniversario importante: la celebrazione dei 30 anni di gemellaggio con Annweiler am Trifels.

Sabato 19 e domenica 20 maggio si sono svolti i festeggiamenti all’insegna della musica e dello sport con una generosità e un senso dell’amicizia da riscoprire per le delegazioni delle cittadine attraversate da un canale e unite nel gemellaggio con Gorgonzola rispettivamente nel 2003 e nel 2008.

«Il gemellaggio tra le nostre città ha ricordato il Vicesindaco Alberto Leoni nel suo intervento – è uno strumento da utilizzare per contribuire alla costruzione della casa comune europea. Nel rispetto delle singole identità, ma realizzando anche una nuova idea di comunità. Avvicinando le nostre municipalità offrendo occasioni, soprattutto alle giovani generazioni, per conoscersi, confrontarsi e scambiare esperienze. È un cammino impegnativo, che si scontra con le difficoltà legate a problemi organizzativi e finanziari, alla difficoltà di superare le barriere linguistiche, ma che dobbiamo percorrere se vogliamo, sempre di più, sentirci cittadini europei».

Tra le occasioni culturali le visite guidate alle bellezze storico - artistiche della città di Ambert e del suo territorio, tra cui spicca il mulino Richard de Bas, la più antica testimonianza delle origini dell’industria della carta in Europa, attivo dal XIV secolo e dal 1943 anche museo storico della carta. Ma anche numerosi concerti a cura della Scuola di musica del comune francese che ha omaggiato la Città di Gorgonzola esibendosi, nel concerto di chiusura, in un repertorio lirico tutto italiano all’insegna delle più belle arie d’opera di fama internazionale.

Tanto spazio al divertimento e alla competizione nell’edizione speciale dei giochi senza frontiere, che hanno visto sfidarsi francesi e tedeschi sotto gli occhi della giuria presieduta da Vallese e Barraco. La manifestazione si è conclusa in uno stadio gremito di 800 partecipanti con il lancio notturno dei cervi volanti, particolari aquiloni di 20/25 metri dalle fattezze animali, illuminati da suggestivi giochi di luce.

La domenica mattina sfilata con gonfaloni ed esibizione delle rispettive fanfare per le vie della città: quella di Ambert con i Vigili del fuoco in alta uniforme e quella di Annweiler con sbandieratori e musicisti negli sgargianti costumi folkloristici medievali.

 

In allegato il discorso integrale tenuto per l'occasione dal Vicesindaco Alberto Leoni

Per vedere tutte le foto del viaggio clicca qui

ALLEGATI