Bando area politiche giovanili e CAG


Cinque risposte all´avviso pubblico per l´individuazione di soggetti del terzo settore disponibili alla co-progettazione di interventi innovativi e sperimentali per l´area delle politiche giovanili e per la gestione del Centro di Aggregazione Giovanile di piazza Giovanni XXIII - periodo ottobre 2014 / luglio 2017, presentate entro lunedì 15 settembre.

Tra questi soggetti la commissione tecnica ha individuato, lo scorso 22 settembre, il più idoneo con cui sviluppare le attività di co-progettazione e realizzazione di una rete innovativa, integrata e diversificata dei servizi: l´ATI (Associazione temporanea d´Impresa) che si costituirà dalle cooperative sociali "Milagro" e "Spazio Giovani".

La prima, con sede legale a Milano, ma operativa a partire da Melzo nell´area Martesana, dal 1992 si occupa di tutela dei minori, attivando servizi in convenzione con Enti Locali e Ambiti Distrettuali, nell´ambito del sostegno educativo e della consulenza psicologica e pedagogica, nella gestione di strutture socio-educative, nella formazione per adulti, nella promozione della multiculturalità. La seconda, nata come associazione a Monza nel 1986 e divenuta ONLUS nel 1994, ha portato avanti sul territorio monzese progetti di sviluppo di comunità, sostegno alla genitorialità, ascolto psicologico, servizi di politiche attive per il lavoro e messo al centro i ragazzi con attività su protagonismo, cittadinanza attiva, media education e volontariato europeo.

Si apre ora per la nuova ATI e l´Amministrazione Comunale la fase di co-progettazione, ritenuta la più idonea per ridefinire complessivamente i servizi dell´area delle politiche giovanili nell´ottica di una maggiore integrazione tra i diversi interventi con il coinvolgimento di una rete di soggetti attivi sul territorio, ma assicurando al contempo continuità al servizio offerto dal Centro di Aggregazione Giovanile (CAG) nella fascia d´età compresa tra i 10 e i 21 anni.

«Con questa co-progettazione ­ ­ - spiega Nicola Basile, assessore con deleghe a processi partecipativi e promozione delle attività giovanili ­ - vogliamo rilanciare le politiche giovanili, mettendo al centro i giovani gorgonzolesi, con particolare attenzione ai processi di partecipazione, creatività e imprenditività all´interno dei contesti giovanili. Altro obiettivo primario è quello di rilanciare la mobilità giovanile all´interno dell´Unione Europea attraverso l´informazione, la formazione e l´attivazione di progettazioni specifiche. Tutto questo per creare nuove opportunità per i ragazzi e le ragazze che vivono nella nostra città».

Se la fase di co-progettazione avrà esito positivo per gestore e Pubblica amministrazione, il 13 ottobre si stipulerà la convenzione destinata a disciplinare il CAG e le Politiche giovanili fino al mese di luglio del 2017.