Segnalazione problemi igienico-sanitari mensa via Mazzini


Una lettera a firma di alcuni genitori, datata 30 giugno e protocollata in Municipio l´11 luglio, all´attenzione dell´Ufficio Scuola, segnalava disservizi e problemi igienico-sanitari nella refezione scolastica del plesso di via Mazzini, verificatesi diverse volte nel corso del passato anno scolastico.

 
L´Amministrazione comunale ed Elior Ristorazione Spa si sono immediatamente attivate per effettuare le dovute e approfondite verifiche a partire dalla cucina di Molino Vecchio, dove vengono realizzati e confezionati i pasti giornalieri di entrambi i plessi scolastici, del Centro Diurno Disabili e quelli destinati all´Assistenza domiciliare. Consapevoli che il servizio di ristorazione non è per sua natura esente da rischi, la Pubblica amministrazione e la società che gestisce la mensa, hanno sempre posto come obiettivo primario l´elevata qualità del servizio a tutela della sicurezza dei bambini come si evince dalle scrupolose procedure riportate rispettivamente nel capitolato di servizio e nelle linee guida delle istruzioni di lavoro.
 
Non c´è stato alcun riscontro nè presso gli uffici comunali preposti, nè da parte di Elior, nè tantomeno sono pervenute segnalazioni o anomalie da parte dei sistemi di controllo attuati dall´Amministrazione comunale. Stiamo parlando di: autocontrollo igienico HACCP, procedura standard di controllo della sicurezza igienica e alimentare ad opera dello stesso operatore del servizio e i cui risultati vengono registrati e conservati in appositi moduli; segnalazioni da parte delle addette alla distribuzione e della Direttrice del servizio; controlli a sorpresa effettuati dalla commissione mensa composta da genitori e insegnanti (due delle quali hanno usufruito del servizio mensa fino all´ultimo giorno di scuola, il 6 giugno 2014) e da un tecnologo alimentare autorizzato,  il dott. Mauro Corno, che ha effettuato un sopralluogo a fine maggio. Solo nei casi per i quali si sospettano elevati rischi per la salute interviene l´ASL, altrimenti questi meccanismi di controllo trasversale hanno sempre permesso di identificare, valutare e gestire le problematiche legate alla sicurezza alimentare in maniera condivisa e responsabile.
 
Non sono perciò stati rilevati lumache nell´insalata (frutta e verdura vengono lavate e sanificate) o unghie nel polpettone (preparazione non presente da alcuni anni in entrambi i menu, estivo e invernale), nè tantomeno capelli nella pasta, se non di uno stesso utente (i dipendenti hanno l´obbligo di indossare divise, copricapo, calzature e guanti), nè insetti (solo 2 i casi negli ultimi 8 anni senza rischi per la salute, ma per i quali il gestore ha pagato una multa ed ha cambiato fornitore). Le temperatura di conservazione, di cottura dei cibi e di servizio dei pasti sono verificate e garantite da carrelli termici o da frigoriferi, mentre per il controllo delle derrate viene prelevato un campione, o pasto test, conservato per il tempo utile a eventuali controlli. L´unico sapore sgradevole al palato dei bambini è stato individuato nel pesto utilizzato per la ricetta delle lasagne che era realizzato con olio extravergine d´oliva dell´Italia meridionale che ne rendeva il gusto più intenso. Il Comune ed Elior, a seguito della segnalazione, hanno chiesto al fornitore un pesto realizzato con olio di pari qualità, ma di origine ligure o toscana, decidendo di diminuire le dosi del pesto a favore della besciamella nella realizzazione finale del piatto. Infine in merito ai lavaggi delle stoviglie, per migliorarne la qualità, vista l´eccessiva presenza di calcare nell´acqua, la lavastoviglie di via Mazzini è stata dotata in data 8 maggio 2014 di un addolcitore dall´azienda che periodicamente verifica la sua manutenzione.
 
Si ricorda infine che ogni segnalazione deve essere fatta immediatamente agli organi preposti perché trattandosi della salute dei bambini la tempestività permette di individuare e determinare le eventuali problematiche con tempestivi accertamenti, porvi rimedio, ma soprattutto evitare il loro ripetersi in futuro. «L´Amministrazione  comunale - conclude Manuel Marzia, Responsabile Settore Servizi alla Persona e Piano di Zona - si impegna sin d´ora a convocare un´apposita riunione con i genitori dei bambini che accedono al servizio in occasione dell´inizio del nuovo anno scolastico, coinvolgendo tutti gli attori coinvolti nella gestione della ristorazione scolastica, al fine di chiarire eventuali dubbi e raccogliere ulteriori elementi di valutazione».

 


In allegato le lettere di chiarimento del Responsabile Settore Servizi alla Persona e Piano di Zona e di Elior Ristorazione Spa.

ALLEGATI