Nuovi posacenere pubblici in città


A metà novembre la Città di Gorgonzola ha fatto installare, in prossimità degli edifici pubblici e nelle principali piazze, i primi posacenere da palo e da muro per evitare che i mozziconi di sigaretta vengono gettati in strada, negli scarichi e in altri luoghi rendendo meno belli e puliti gli spazi cittadini.

Il 2016, infatti, si era aperto con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale il 18 gennaio del decreto legislativo sui tabacchi che recepisce la direttiva 2014/40/UE del Parlamento europeo, sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative a lavorazione, presentazione e vendita dei prodotti del tabacco e dei suoi correlati.

Dopo la Legge 3 del 16 gennaio 2003 (art. 51) "Tutela della salute dei non fumatori", si tratta del principale intervento normativo in materia di tabacco degli ultimi anni. Obiettivo principale della Direttiva europea e del decreto è assicurare un elevato livello di protezione della salute attraverso maggiori restrizioni e un inasprimento delle regole riguardanti lavorazione, presentazione e vendita delle sigarette e dei prodotti correlati, ma anche maggiori avvertenze per dissuadere i consumatori, in particolare i più giovani, dall´acquisto e dal consumo di prodotti a base di tabacco e nicotina.

Oltre al consumo e al fumo passivo, a partire dal 2 febbraio scorso, i fumatori sono stati chiamati a prestare attenzione anche ai mozziconi: gettarli a terra non è più solo un gesto riprovevole, ma vietato, indipendentemente dalle dimensioni dei mozziconi o dal loro abbandono sul suolo, nelle acque e negli scarichi.

Oltre che un problema di scarso senso civico l´impatto sull´ambiente dei mozziconi è stato troppo a lungo trascurato e il loro potenziale inquinante è paragonabile a quello dei rifiuti industriali dato che gli studi stimano che il consumo di sigarette comporti l´emissione in ambiente di oltre 4.500 sostanze chimiche, molte delle quali tossiche, cancerogene, nocive o ad azione irritante.

Quello che noi comunemente chiamiamo "mozzicone" è costituito da una porzione di sigaretta non fumata e dal filtro; al loro interno è possibile trovare moltissimi inquinanti chimici come nicotina, benzene, composti organici volatili (VOC), ma anche polonio-210 e acetato di cellulosa, la materia plastica che compone il filtro.

L´Amministrazione comunale ha acquistato da CEM Ambiente S.p.a. 30 posacenere da palo e 10 da muro, per un costo di 22 € l´uno e provvederà al loro posizionamento entro la fine dell´anno per aiutare i fumatori a fare la differenza sia nel decoro cittadino sia nel contenimento del danno ambientale, offrendogli maggiori opportunità di raccolta delle cicche grazie a questi nuovi ausili.

La Polizia locale inoltre è chiamata a vigilare sul rispetto del decreto arrivando a punire i trasgressori che abbandonano a terra i mozziconi con una sanzione amministrativa pecuniaria da 60,00 € e 300, 00 €. secondo quanto previsto dall´art. n. 51 del Regolamento comunale della Raccolta rifiuti da poco approvato.