Microtrasformazione danneggiata


La nuova vita dei giochi per i bambini di piazza Giovanni XXIII non è durata molto, poco meno di ventiquattro ore. Una microtrasformazione, quella di uno spazio ludico dedicato ai più piccoli, che ha richiesto tempo, energie e braccia, per essere pensata, condivisa e realizzata. Poche ore per rovinare il lavoro di un gruppo di cittadini a servizio della collettività.

In prima linea, accanto all´Associazione Lavoro e Integrazione ONLUS, il Centro di Aggregazione Giovanile GATE23 che, sotto la guida dell´esperto del laboratorio di falegnameria Giovanni Sofia, lunedì 3 ottobre ha smontato la struttura gioco. Il lavoro è proseguito grazie ai gaters martedì 4, mercoledì 5 e giovedì 6 con la pulizia, il carteggio, la pittura e i tempi tecnichi di asciugatura delle vernici atossiche.
Nella mattinata di sabato 8 ottobre, infine, i cittadini volontari con alcuni dei ragazzi di 2°B della scuola media di via Mazzini accompagnati dal prof. Mauro Mangiarotti, hanno rimontato il tutto e colorato la recinzione metallica di un verde brillante.

Domenica 9 ottobre la scoperta che qualcuno si era divertito, con impegno, a staccare a pezzi la nuova vernice dal gioco. «Nulla toglie il valore all´esperienza fatta». Questa la risposta di Nicola Basile, assessore con delega ai processi partecipativi e alla promozione di attività culturali e giovanili, associazionismo e volontariato.

«Dispiace, non possiamo nasconderlo, - continua Basile - ma tornare a lavorare è la migliore risposta che possiamo dare». Prendersi cura dei luoghi che viviamo quotidianamente. Questo rimane l´obiettivo delle microtrasformazioni, azione messa in campo da "Storytelling - Narrazioni di comunità", progetto dedicato al protagonismo culturale dei cittadini con il quale il Comune di Gorgonzola e le associazioni attive nel territorio suoi partner si sono aggiudicati il bando di Fondazione Cariplo.

Un laboratorio dei processi di partecipazione che vuole, nonostante tutto, continuare a sperimentare la messa in pratica di piccole, ma significative riqualificazioni dello spazio urbano grazie a un confronto e a un´operatività fra cittadini e istituzioni.

L´impegno di chi ha preso parte a questa prima azione di decoro rimane e i giochi saranno a breve riverniciati; è un modo per esserci e dimostrare consapevolmente quanto l´Amministrazione con i cittadini di ogni età può fare.