Dote sport 2016


Dote Sport è il contributo di Regione Lombardia pensato per aiutare i nuclei familiari in condizioni economiche meno favorevoli ad avvicinare i propri figli minori (6/17 anni) all´attività sportiva.

Ciascuna famiglia potrà beneficiare di una sola Dote, il cui valore potrà variare da un minimo di € 50 a un massimo di € 200.

La Dote Sport è un rimborso - integrale o parziale - delle spese sostenute dalle famiglie nel periodo settembre 2016 / giugno 2017, per l´attività sportiva dei propri figli minori.


Le attività devono:
• prevedere il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza;
• avere una durata continuativa di almeno 6 mesi;
• essere svolte da associazioni o società sportive dilettantistiche iscritte al Registro Coni o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva o da soggetti gestori di impianti di totale proprietà di Enti Locali. Sono comprese le Associazioni Benemerite riconosciute dal CONI.


A chi si rivolge
La Dote Sport è destinata ai nuclei familiari:
• in cui almeno uno dei due genitori (o tutore) sia residente in Lombardia da almeno 5 anni alla data di presentazione della domanda di Dote Sport o comunque entro il 31 ottobre 2016 (scadenza del bando);
• che alla presentazione della domanda siano in possesso di un indicatore ISEE non superiore a € 20.000.


Dotazione
Regione Lombardia ha messo a disposizione 2 milioni di euro.
Il 10% delle risorse è riservato ai minori con disabilità.


Attività finanziata
Spese sostenute dalle famiglie nel periodo settembre 2016 / giugno 2017, per l´attività sportiva dei propri figli minori.


Spese ammissibili
Spese di iscrizione e frequenza ai corsi o attività sportive.


Come aderire
Le domande devono essere presentate esclusivamente sul sito www.agevolazioni.regione.lombardia.it (SIAGE) dalle 12.00 del 15 settembre alle 16.00 del 31 ottobre.

Non occorre allegare alcuna documentazione; la domanda è un´autocertificazione, ma la famiglia richiedente dovrà già essere in possesso dell´attestazione ISEE in corso di validità e della preiscrizione o iscrizione al corso sportivo sceltoper il minore.
La graduatoria sarà determinata nel seguente modo:
a) avranno priorità in graduatoria i nuclei familiari con valore ISEE più basso;
b) a parità di valore ISEE, si terrà conto della data e ora di invio della domanda di Dote al protocollo regionale attraverso il sistema informativo SIAGE.


Ai minori disabili verrà riservato il 10% delle risorse disponibili; le domande pervenute per minoridisabili che non rientreranno nella quota riservata del 10%, concorreranno comunque, unitamente a tutte le altre, all´assegnazione della Dote Sport.

ALLEGATI