Puliamo il verde 2016


«Le persone che hanno risposto all´invito di "ripulire la città"  hanno dimostrato che il senso civico esiste ancora e meritano il grazie, non solo della Pubblica Amministrazione, ma dei 20.000 cittadini di Gorgonzola». Così l´assessore all´Ecologia Giovanni Alberto Balconi ha voluto ringraziare i cittadini e le associazioni del territorio che hanno risposto all´appello dell´Ufficio ecologia per la Giornata del Verde Pulito sabato 16 aprile 2016.

A partire dal piazzale della stazione della metropolitana di Gorgonzola, i volontari armati di guanti e sacchi, si sono suddivisi in gruppi per pulire rispettivamente:
• piazza Europa: le aree verdi attorno alla fontana, i parcheggi della metropolitana verso la COOP e verso via Matteotti;
• i giardini pubblici in Largo Donatori del sangue;
• le campagne della zona nord e in particolare le strade che portano alla Cascina Pagnana.

Per circa 3 ore oltre 50 persone, tra adulti e ragazzi, hanno recuperato materiali abbandonati in vari punti del nostro territorio per una raccolta totale quantificabile in circa 15 metri cubi di rifiuti.

Per avere un´idea del lavoro svolto ecco un elenco dei materiali raccolti tra rifiuti indifferenziati e ingombranti: un divano, un televisore, una caldaia, una carrozzina, tantissimo materiale plastico tra giochi e rivestimento di cavi in rame, pannolini, valigie, indumenti, ombrelli, lattine e centinaia di bottiglie di alcolici.

Un grande lavoro è stato fatto grazie all´impegno e alla generosità di pochi, invece sono ancora molti quelli che sporcano, che non considerano ciò che è pubblico, un bene di tutti, quindi anche loro.

«L´ecologia non è una cosa astratta - ha concluso Balconi - lo si capisce quando ci si sporca le mani nel raccogliere i rifiuti che persone incivili buttano nei nostri prati pensando di essere furbi. Queste persone non hanno capito, o non vogliono capire, che così fanno un danno non solo alla natura, ma anche alle tasche di tutti noi, le loro comprese, costringendoci a pagare interventi straordinari di pulizia».

«Come assessorato all´ecologia puntiamo a prevenire il problema sensibilizzando le future generazioni all´interno delle scuole, ma stiamo inoltre verificando la possibilità di istituire un corpo volontario di guardie ecologiche che controlli più da vicino il territorio. Però vorrei sottolineare ancora una volta che molto di più vale l´aiuto di tutti, con i nostri comportamenti quotidiani, perché basta poco per mantenere la nostra città decorosa e accogliente».


Puliamo il mondo 2016