La Polizia Locale si aggiudica il finanziamento Scuole Sicure


Dopo i pareri favorevoli di Prefettura di Milano e Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il progetto Scuole Sicure, promosso dalla Polizia Locale del Comune di Gorgonzola, ha ottenuto il finanziamento del Ministero dell’Interno.

Ad annunciarlo in apertura della seduta consigliare di giovedì 30 settembre 2021 il sindaco Angelo Stucchi: «Devo ringraziare la Polizia Locale perché, nel poco tempo a disposizione, ha saputo rispondere alle attese e ai desideri del bando ministeriale recuperando risorse per un’efficace azione di monitoraggio e di deterrenza delle sostanze stupefacenti tra i giovani».

9,2 milioni di euro, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, le risorse destinate ai comuni attraverso il Fondo Sicurezza Urbana istituito nel 2018 e rifinanziato per il triennio 2021-2023. Il 14% delle risorse del fondo, pari per il 2021 a 2,1 milioni di euro, sono state destinate a 130 Comuni selezionati in base ai dati Istat per il finanziamento di iniziative di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici.

La Città di Gorgonzola è risultata beneficiaria di 15.460,86 di euro a fronte dell’approvazione di un progetto dedicato alla realizzazione di sistemi di video sorveglianza mediante l’acquisto di mezzi e attrezzature e il controllo da parte degli agenti di Polizia locale.

Il sistema di telecamere esistente sul territorio sarà ampliato nell’area che va dalla stazione metropolitana di Gorgonzola a via Adda, dove hanno sede tre scuole superiori, Istituto di Istruzione Superiore Argentia, Liceo Scientifico Tecnologico e Istituto Tecnico “G. Marconi”.

In questa porzione di territorio, snodo cruciale per il ritrovo degli studenti provenienti dalle città e paesi limitrofi, è più frequente il ritrovo di ragazzi e può verificarsi con maggiore probabilità lo spaccio e il consumo di stupefacenti.

Il progetto prevede l’installazione di 5 telecamere bullet nei pressi degli istituti scolastici e lungo il tragitto effettuato dagli studenti e 1 telecamera multisensor in piazza Europa. Il monitoraggio dell’impianto sarà a cura del Comando di Polizia Locale che si coordinerà con la locale Stazione dei Carabinieri nel reprimere illeciti amministrativi e penali, concretizzando una sinergia interforze.