Fiera di S. Caterina


Si è svolta giovedì 16 novembre, presso la Sala Consiliare, la conferenza stampa che ha reso pubblico il programma completo della 233esima edizione della Fiera di Santa Caterina.

«Tengo a sottolineare il tema della sicurezza - ha esordito il sindaco Angelo Stucchi. - Essendo stati il primo comune della Martesana ad applicare il decreto Minniti, nella Sagra nazionale del gorgonzola dello scorso settembre, torniamo a trattare questo tema così importante alla luce del Piano d’emergenza comunale approvato all’unanimità nella seduta consiliare di martedì 14 novembre. Questo documento stabilisce infatti un protocollo preciso di responsabilità di intervento che ci permette di guardare con la dovuta serenità un evento come la fiera centenaria che muove tante persone e rende protagoniste diverse zone della città».

«Per la prima volta nella storia della manifestazione - ha specificato il presidente dell’Ente Fiera Paolo Biraghi – sarà chiuso al transito veicolare il ponte di Milano così da unificare il percorso delle bancarelle rendendo la fiera un’area sicura e completamente pedonale. Questo nuovo raccordo denominato “Polo sicurezza & salute” sarà valorizzato dalla presenza della Protezione civile cittadina e dei Gruppi AVIS e VOS (Volontari Ospedale Serbelloni)».

Coniugare l’identità storica della manifestazione con la contemporaneità è il percorso che la fiera negli ultimi anni sta affrontando e il primo cittadino ha messo in evidenza come l’impegno verso un futuro che vuole sostenere la nostra identità attraverso la valorizzazione agricola stia passando da gesti concreti.

«È di pochi giorni fa - ha dichiarato Stucchi - la notizia che dall’anno scolastico 2018/19 l’Istituto Argentia attiverà l’indirizzo in Agraria, Agroalimentare e Agroindustria. Senza doversi recare a Treviglio, molti giovani potranno intraprendere in città il nuovo corso di studi per affrontare la sfida dell’essere agricoltori nel tempo della globalizzazione. Inoltre stiamo lavorando affinché nei nostri mercati settimanali sia dato maggiore spazio ai produttori agricoli locali già presenti in fiera. E da ultimo, non posso non ricordare il percorso di partecipazione della variante al PGT che vede per le aree a nord una vocazione fortemente legata al mondo agroalimentare».

Il primo cittadino ha poi ringraziato pubblicamente il presidente Biraghi e tutto l’Ente Fiera, il gruppo “Fieri della Fiera” per la sua capacità di coinvolgere e dare un valore aggiunto alla manifestazione per stupire tutti i visitatori, cittadini e non. «La Fiera è un tempo di festa - ha concluso Stucchi - in cui le buone relazioni del tessuto associativo e cittadino vogliono offrire a tutti occasioni per vivere e stare bene in Gorgonzola».

Paolo Biraghi ha poi illustrato il ricchissimo programma, frutto di un anno di lavoro di Ente Fiera e del gruppo “Fieri della Fiera”, nato per coinvolgere tutte le realtà cittadine, dando spazio alle idee di chi in prima persona si vuole mettere in gioco collaborando gratuitamente per la città.

Il primo consiglio del presidente Biraghi è quello di scaricare gratuitamente l’App “fieri della fiera”, per avere a portata di smartphone tutto il programma, gli aggiornamenti in tempo reale e le info nel dettaglio più utili (parcheggi, bagni, appuntamenti, sconti).

«Una fiera sempre più grande - ha esordito Biraghi - che, con 1,5 km di bancarelle, esce dal centro storico e si propaga verso gli estremi della città. Per facilitare la visita è stato istituito per la prima volta un trenino che, gratuito fino ai 10 anni e per tutti gli altri pagando 1 € a corsa, percorrerà l’alzaia con le fermate intermedie in piazza della Repubblica e via Diaz».

Confermati gli appuntamenti più graditi della scorsa edizione: sabato 25 novembre il talent “Voci di Moda” in Sala Argentia e la serata RAP live presso il Bar Central in via Cavour; l’aperitivo di Santa Caterina proposto fino a domenica 26 novembre in otto locali; il Polo agricolo in via Trieste con gli espositori di Coldiretti, la Vecchia fattoria lombarda e il Campetto LPK, presso il giardino della Villa Serbelloni messo nuovamente a disposizione dall’ASST Melegnano-Martesana.

«Grazie alle sponsorizzazioni - ha proseguito il presidente - riproporremo illuminato il tratto centrale del naviglio per valorizzare il suggestivo percorso cittadino, ma anche la torretta Ca’ Busca. Il Palazzo Comunale invece ospiterà per la prima volta in città Mercabimbo, mercatino di scambio giochi per ragazzi tra i 10 e i 14 anni proprio per coinvolgere attivamente i più giovani e portare un’iniziativa virtuosa sul territorio. Sempre più protagonista sarà “La Grande Caccia” la caccia al tesoro virtuale della Fiera che per il 2017, oltre a monumenti ed associazioni, coinvolgerà nel seminare indizi sempre più gli esercizi commerciali. In palio, per i giocatori che si registreranno presso lo stand di Marte Lab in piazza della Repubblica, una ventina di premi; obiettivo degli organizzatori far visitare tutta la fiera scoprendo, tramite i quiz, molte curiosità del territorio, nonché molti dei protagonisti della stessa manifestazione».

ALLEGATI