Protocollo di sicurezza nidi comunali e privati


Su iniziativa della coordinatrice Marisa Tresoldi e delle operatrici del nido comunale "Peter Pan" è nata la proposta di un semplice protocollo di sicurezza che le tutte le strutture, comunali e private, presenti a Gorgonzola hanno deciso di adottare di fronte all'ennesimo tragico episodio di un bambino dimenticato a bordo di un automobile.

I genitori sono tenuti a comunicare l'assenza del proprio bambino all'asilo nido frequentato entro le 9.30 del giorno stesso.
Nel caso l'assenza non venga segnalata, la responsabile della struttura o un'educatrice, è tenuta a chiamare telefonicamente uno dei genitori entro le 10.00.

Tale protocollo, tramite un semplice cartello manoscritto agli ingressi delle strutture, è stato adottato a partire dalla giornata di lunedì 12 giugno dalle seguenti strutture pubbliche e private (non in franchising):

  • Asilo nido comunale "Peter Pan"
  • Asilo comunale "Cascinello Bianchi"
  • Asilo nido "Magicomondo"
  • Asilo nido "Magicamagnolia"
  • Asilo nido "Il nido sull'albero"

«Si tratta - ha spiegato Marisa Tresoldi - di un piccolo gesto di attenzione che come educatrici ci impegnamo a dare per la salvaguardia dei piccoli in una società dai ritmi frenetici. La collaborazione fra le famiglie e gli operatori degli asili nido è importante per il benessere dei piccoli, a maggior ragione per una telefonata che può salvargli la vita».

Già nel 2014, il Sindaco Angelo Stucchi, facendosi carico del pericolo dei bambini lasciati soli in auto con l'arrivo del caldo portato all'attenzione del Consiglio Comunale dalla minoranza, aveva fatto realizzare e diffuso negli asili nido un apposito volantino informativo che rialleghiamo e di cui riproponiamo qui i contenuti.

Mai lasciare i bambini soli in macchina: è alto il rischio di morte per ipertermia (colpo di calore)

Forse non sai che:

  • quando fa molto caldo neonati e bambini piccoli (per la loro ridotta superficie corporea) sono esposti più degli adulti al rischio di un aumento eccessivo della temperatura corporea e alla disidratazione, con possibili conseguenze dannose su sistema cardiocircolatorio, respiratorio e neurologico, che possono causare anche la morte;
  • la temperatura di un bambino sale da 3 a 5 volte più velocemente rispetto a quella di un adulto, per la minore quantità di acqua nelle riserve corporee;
  • quando fa molto caldo, la temperatura all’interno di un’automobile può salire da 10° a 15°C ogni 15 minuti! E aprire i finestrini non serve a gran che;
  • l’ipertermia può verificarsi in soli 20 minuti causando la morte in circa 2 ore;
  • l’ipertermia può verificarsi anche nelle giornate fresche di circa 22°C.

L’abitacolo della macchina può surriscaldarsi (specialmente se l’auto è parcheggiata al sole), fino a superare i 40°C, anche se i valori della temperatura esterna non sono particolarmente elevati.
La maggior parte delle vittime di ipertermia ha tra gli 0 e i 4 anni.


Che cosa succede:

A volte i genitori lasciano intenzionalmente un figlio piccolo solo in macchina, spesso addormentato nell’apposito seggiolino di sicurezza sul sedile posteriore, per svolgere le loro commissioni, senza rendersi conto a quali gravi rischi lo espongono. Spesso gli incidenti avvengono quando un genitore indaffarato non ricorda di aver portato il bambino in macchina con sé, mentre si reca al lavoro o torna a casa.

Negli episodi più tragici, il genitore non ha avuto la percezione di aver dimenticato il proprio bambino in macchina fino a quando a fine giornata, tornando all’autovettura, ha scoperto il corpicino senza vita del figlio nell’abitacolo.

Questi incidenti possono accadere a chiunque, a genitori amorevoli e di qualsiasi ceto sociale. Non escludere a priori che questi tragici incidenti possano capitare anche a te!
In altri casi può succedere che i bambini entrino nell’abitacolo dell’auto e chiudano accidentalmente le portiere o restino intrappolati nel bagagliaio, senza che i genitori se ne accorgano.


ALCUNI CONSIGLI DI PREVENZIONE:

  1. Se vedi un bambino solo in macchina chiama immediatamente il 112 (numero unico europeo per le emergenze) o il 113.
  2. Se trasporti sul sedile posteriore un bambino:

    lascia i tuoi oggetti personali (borsa, telefono, valigetta, ecc.) sul sedile posteriore, vicino al piccolo;
    
• poggia gli oggetti personali del bambino (pannolini, borse e biberon) sul sedile anteriore in modo che ti ricordino la presenza del bambino.
  3. Quando accompagni il bambino al nido o all’asilo aggiungi sul programma dell’agenda del tuo computer o del tuo telefonino un apposito “promemoria” (oppure scrivilo sulla tua agenda di carta), che può segnalarti se hai portato o meno il bambino a destinazione, come programmato.
  4. Ogni volta che si verifica un cambiamento di programma nella consegna o nel ritiro del bambino, comunicalo al partner o a un’altra persona di fiducia (per esempio i nonni).
  5. Chiedi alla persona che si prende normalmente cura del bambino (per esempio la responsabile dell’asilo o del nido o la baby-sitter) di avvertirti se il bambino non è stato accompagnato all’asilo o al nido, come di solito accade.
  6. Quando in macchina non c’è nessuno, abbi cura di chiudere le portiere e il bagagliaio posteriore e tenere le chiavi lontano dalla portata dei bambini.

ALLEGATI