Sabato 11 marzo - Giancarlo Mele

11

mar


La civica biblioteca "Franco Galato" invita cittadini presso la propria sede in via Montenero 30 a Gorgonzola per  partecipare a un ciclo di incontri letterari per scoprire attraverso gli autori i loro scritti.

Al termine di ogni incontro verrà offerto un piccolo aperitivo.

11 marzo ore 17.00
Martesana e Adda tra storia e leggenda (Meravigli edizioni)
Presentazione teatralizzata, con proiezione di immagini, del libro di Giancarlo Mele

Abbinato all´evento ‘Visioni poetiche della Martesana´: dipinti e versi di Laura Brambilla e Luisa Russo.

Giancarlo Mele giornalista e scrittore, è nato a Milano, ma da oltre trent´anni vive in Martesana, cui ha dedicato tutti i suoi lavori (romanzi, testi teatrali, rubriche pubblicate sul quotidiano ‘Il Giorno´). In particolare, ne ‘La Martesana e il suo naviglio´ (Meravigli ediz. 2014) ha ripreso e valorizzato figure e vicende della storia del nostro territorio; ne ‘La Martesana è bella anche in bici´ (Meravigli ediz., 2015) si è soffermato sul patrimonio storico, artistico, gastronomico e paesaggistico lungo la ciclovia del naviglio Piccolo; in ‘Gorgonzola e il suo naviglio´ (Meravigli ediz., 2016) ha mostrato l´evoluzione della città nel suo recente passato attraverso una raccolta di immagini e fotografie che ne illustrano gli aspetti più caratteristici.



Un suggestivo viaggio nel passato e nelle tradizioni del territorio

in compagnia dei personaggi che ne hanno fatto la leggenda.


«Con ‘Martesana e Adda tra storia e leggenda´ ho provato a dimostrare come storie e leggende popolari non siano soltanto il sale di un territorio, ma costituiscono spesso anche la chiave per comprendere nel profondo cultura e sentimenti delle persone che vi risiedono.

Quest´assunto vale particolarmente in una regione come la nostra in cui ogni villaggio, borgata o località serba nella memoria collettiva o individuale un ricordo o una tradizione distintiva. A volte, la leggenda si lega indissolubilmente a un monumento o a un sito e costituisce la modalità per riscoprirlo o ‘vederlo´ in un´ottica diversa rispetto al quotidiano. Altre volte si radica invece nel folclore e nelle tradizioni locali e spiega l´origine di sagre, usanze, ricette ed eventi.

La regione Martesana non ha mai avuto confini precisi né identità amministrativa; pertanto la sua estensione è variata in maniera significativa nel corso dei secoli, ricomprendendo territori che non le vengono più attribuiti al giorno d´oggi.

Il volume prende pertanto in esame non solo la fascia ricompresa tra il naviglio Piccolo e il canale Villoresi (la Martesana attuale), ma anche Geradadda e Bassa Lodigiana. Attenzione particolare è riservata anche al medio corso dell´Adda, che da Lecco conduce a Cassano, in quanto per secoli ha costituito la frontiera tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia. Ricompresi infine in Martesana erano un tempo anche il Vimercatese e la fascia bagnata dal medio corso del Lambro, le cui storie e leggende sono presenti nel volume.»



Laura Brambilla e Luisa Russo, raffinate pittrici nonché autrici di testi di prosa e poesia, propongono un ‘viaggio´ attraverso immagini e versi ispirati alla bellezza della Martesana. Entrambe hanno conseguito importanti riconoscimenti letterari; Laura ha inoltre pubblicato due raccolte poetiche, mentre Luisa vari testi teatrali. La mostra potrà essere visitata dal 3 al 17 marzo, durante l´orario di apertura della biblioteca.

ALLEGATI