SCHEDA 5 - Assistenza domiciliare minori (ADM)


(utenti: Minori - Famiglie)

ASSISTENZA DOMICILIARE MINORI (A.D.M.)

Cos´è
Il servizio Assistenza Domiciliare Minori offre un sostegno educativo ai bambini e agli adolescenti in momentanea difficoltà e alle loro famiglie.
Il servizio si inserisce tra le azioni finalizzate a garantire l´educazione del minore, la sua tutela, la facilitazione e il miglioramento del rapporto genitori­figli e la promozione di percorsi orientati al raggiungimento dell´autonomia dell´adolescente.

Attività svolta e servizi offerti
L´Assistente sociale del Servizio minori e famiglie (vedi Scheda 4) raccoglie le informazioni necessarie per delineare la situazione personale e famigliare del minore e il contesto di vita, allo scopo di analizzare e valutare la situazione e la fattibilità di un progetto.
A delineare e valutare la situazione del minore, oltre all´Assistente sociale, possono contribuire altre figure professionali (Psicologi, Insegnanti, Educatori) al fine di permettere una lettura multidimensionale ed una progettualità integrata.
Successivamente viene elaborato il Progetto Educativo Individualizzato (P.E.I.) insieme alla coordinatrice e all´Educatore di riferimento.
Il progetto viene poi condiviso con la famiglia e, quando possibile in relazione all´età, con il minore stesso.
Nel progetto vengono definiti gli obiettivi da raggiungere, le modalità di intervento ed i tempi di realizzazione. Vengono inoltre stabilite verifiche periodiche per monitorare il raggiungimento degli obiettivi e, se necessario, adeguarli o modificarli.
L´Assistente sociale, in rapporto alle caratteristiche di personalità del minore, alle sue attitudini ed ai suoi bisogni, individua quindi l´Educatore più adeguato a seguire il minore.

Con l´Educatore il minore svolge diversificate attività che si possono ricondurre sinteticamente a:
• gioco e attività ricreative;
• sostegno scolastico;
• attività di socializzazione con il gruppo dei pari;
• iniziative di facilitazione e mediazione con i genitori e gli altri adulti significativi.
Il servizio è gestito dal Comune tramite appalto/convenzione con una organizzazione specializzata.

Dove si svolge
Il servizio si svolge nel contesto famigliare e nei luoghi in cui il minore trascorre la propria vita quotidiana (scuola, oratori, biblioteca, centro di aggregazione giovanile...).

In quali orari
I giorni e gli orari del servizio di Assistenza Domiciliare Minori vengono concordati tra l´Assistente sociale e la famiglia, in relazione al Progetto Educativo Individualizzato.

A chi si rivolge
Bambini e adolescenti di età compresa tra 0 e 18 anni, residenti a Gorgonzola e le loro famiglie.

Responsabile del servizio
Coordinatore del settore servizi socio­assistenziali, scolastici e giovani.

ACCEDERE AL SERVIZIO

Come
I cittadini si possono rivolgere al Segretariato sociale (vedi Scheda 2).

Dove
Servizio sociale
Uffici delle Assistenti sociali ­ 1° piano
Comune di Gorgonzola
Piazza Camillo Ripamonti, 1
Tel. 02 95701223
servizio.sociale@comune.gorgonzola.mi.it

Moduli da compilare
Nessuno.

Documenti richiesti
Nessuno.

Costo per il cittadino
Nessun costo a carico del cittadino.

QUALITA´ DEL SERVIZIO

Il Comune si impegna a garantire

Tempestività nell´attivazione del servizio
Fra l´elaborazione del progetto e l´attivazione dell´intervento non intercorrono più di 15 giorni.

Professionalità degli operatori
• Il servizio è svolto da un´équipe multidisciplinare composta da Educatori, Assistenti sociali, Psicologi e da un Pedagogista.
• Sono previsti almeno un incontro mensile dell´équipe per monitorare il progetto e un incontro al termine del percorso per verificare il grado di raggiungimento degli obiettivi.
• È prevista la supervisione agli Educatori da parte di uno Psicologo almeno una volta al mese.
• È previsto un incontro per il coordinamento degli Educatori ogni due settimane.
• Sono previste almeno 20 ore di formazione annuale per gli Educatori.

Personalizzazione degli interventi
Per ogni minore è defi nito il Progetto Educativo Individualizzato sulla base delle sue necessità.

Rapporto e coinvolgimento delle famiglie
• La famiglia partecipa alla costruzione del Progetto Educativo Individualizzato.
• Il Progetto Educativo Individualizzato è sottoscritto da tutti gli attori coinvolti (anche dal minore in relazione alla sua età).
• Una copia del Progetto Educativo Individualizzato è consegnata alla famiglia.
• Sono previsti almeno 3 incontri all´anno con i genitori per verificare l´evoluzione del Progetto Educativo Individualizzato.

Integrazione con il territorio
Il servizio collabora ed integra le proprie attività con le altre agenzie educative presenti sul territorio (scuola, oratorio, centro aggregazione giovanile...).

Soddisfazione dei cittadini fruitori rispetto alla qualità del servizio
Si effettuano rilevazioni annuali sulla soddisfazione dei genitori rispetto alla qualità del servizio offerto. Il Comune si pone come obiettivo di soddisfare non meno dell´80% dei fruitori del servizio.

ALLEGATI